Descrizione

Dal 7/3/2001 le amministrazioni e i servizi pubblici non possono più chiedere i certificati ai cittadini in tutti i casi in cui si può fare l'autocertificazione.
Questa è una delle novità più importanti del D.P.R. del 28/12/2000 n. 445 sulla documentazione amministrativa. Si completa così il cammino avviato nel 1997 dalle leggi Bassanini per semplificare la vita ai cittadini e non costringerli più a fare i fattorini tra un'amministrazione ed l'altra per dimostrare di essere nati, residenti o addirittura di essere in vita.
In pratica ognuno può, sotto la propria responsabilità, attestare tutte le informazioni sul proprio stato dì cittadino (dalla data di nascita alla residenza, dallo stato civile alla qualifica professionale) con una semplice dichiarazione firmata, non autenticata e senza bolli.La richiesta di certificati da parte delle Amministrazioni e dei servizi pubblici (cioè le aziende che hanno in concessione servizi come i trasporti, l'erogazione d'energia, il servizio postale, le reti telefoniche ecc. Per esempio le aziende municipalizzate, l'Enel, le Poste (ad eccezione del servizio Bancoposta), la Rai, le Ferrovie dello Stato, la Telecom, le Autostrade, ecc) costituisce violazione dei doveri d'ufficio.

Documento

Unità organizzativa responsabile

Tempi di pubblicazione

14-02-2024

Inizio pubblicazione

Licenza di distribuzione: Licenza sconosciuta - Licenza sconosciuta

Ultimo aggiornamento: 07-06-2024

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Valuta da 1 a 5 stelle la pagina

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà? 1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri