Tav 6 carta scenario rischio incendio


Descrizione

Carta dello scenario di rischio incendio e incendio di interfaccia - tav 6. (D.G.R. Lazio 363/2014 e D.G.R. Lazio 415/2015). Fermo restando il ruolo operativo che nella lotta attiva agli incendi e demandato esclusivamente agli organi tecnici rappresentati dal Corpo Forestale e dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, unitamente, se del caso, alle organizzazioni di volontariato, che operano sotto il coordinamento del Direttore delle operazioni di spegnimento (D.O.S.), acquista fondamentale importanza la rapidità della valutazione e la tempistica nell’informazione, qualora l’incendio determini situazioni di rischio elevato per le persone, le abitazioni e le diverse infrastrutture. Tale situazione, alla stregua di qualunque altra emergenza di protezione civile, necessità di un coordinamento che dovrà essere attuato in prima battuta, dal Sindaco e dalla struttura comunale, per poi prevedere, ove del caso, l’impiego di risorse in aggiunta a quelle comunali.
Nel caso in cui il Direttore delle operazioni di spegnimento (D.O.S.) del Corpo Forestale ravvisi la possibilità di una reale minaccia per le infrastrutture, fornisce immediata comunicazione alla sala operativa unificata permanente (S.O.U.P.) che provvede ad informare immediatamente il Sindaco del comune interessato, il Prefetto e la sala operativa regionale di protezione civile. Allo stesso modo, laddove un distaccamento del Comando provinciale dei Vigili del fuoco riceva dalle proprie squadre informazioni in merito alla necessità di evacuare una struttura esposta ad incendio ne dà immediata comunicazione al Sindaco, che provvede ad attivare il proprio centro operativo comunale preoccupandosi, prioritariamente, di stabilire un
contatto con le squadre che già operano sul territorio e di inviare una squadra comunale che garantisca un continuo scambio di informazioni con il centro comunale e fornisca le necessarie informazioni alla popolazione presente in zona.
Il Sindaco, raccolte le prime informazioni e ravvisata la gravità della situazione, provvede immediatamente ad informare la Provincia, la Prefettura - UTG e la Regione, mantenendole costantemente aggiornate sull’evolversi della situazione. Le amministrazioni suddette, d’intesa, valutano, sulla base delle informazioni in possesso, le eventuali forme di concorso alla risposta comunale. La carta del rischio incendi boschivi allegata al piano riporta tutte le aree vegetate di tipo arboreo e/o arbustivo e loro estensione di interfaccia. I proprietari delle abitazioni private interessate da questa area di interfaccia dovranno essere chiaramente edotti del rischio e dovranno essere informati sul comportamento minimo da tenere in caso di attivazione di allerta o pericolo.

Documento

Unità organizzativa responsabile

Tempi di pubblicazione

15-02-2024

Inizio pubblicazione

Licenza di distribuzione: Licenza sconosciuta - Licenza sconosciuta

Ultimo aggiornamento: 11-06-2024

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Valuta da 1 a 5 stelle la pagina

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà? 1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri